Organizza il tuo viaggio a Napoli

Cosa vedere a Napoli in 5 giorni

Apri indice

Napoli è una città che si presta a essere visitata tutto l'anno, grazie al suo clima sempre mite e prevalentemente soleggiato, oltre che per l'immenso patrimonio culturale e artistico, che genera occasioni di eventi in ogni periodo. Cinque giorni non sarebbero sufficienti nemmeno per visitare solo la città partenopea, ma nel nostro itinerario vi suggeriamo anche due escursioni fuori porta, per poter apprezzare anche i famosi dintorni del capoluogo campano. Ecco cosa vedere a Napoli e dintorni in 5 giorni.

Giorno 1: Centro Storico

spaccanapoli
La prima giornata dell'itinerario si concentra nella zona del centro storico, per visitare alcune delle attrazioni più famose di Napoli. Iniziando dal decumano inferiore, meglio nota come Spaccanapoli, un'arteria del centro storico che corrisponde alle vie Benedetto Croce e San Biagio dei Librai.

Approfittate della mattinata per visitare il Monastero di Santa Chiara (lun-san 09:30 - 17:30, domenica 10:00-14:00, €6,00), il Duomo di San Gennaro (8:30-12:30/16:30-19:00, €8,00) e la Cappella Sansevero, custode dell'imperdibile Cristo Velato (mer-lun 9:00-19:00, €8,00; tour da €39,00 ). Per quanto riguarda Sansevero, è importantissimo prenotare in anticipo, dato che gli ingressi sono contingentati. Noi vi consigliamo di scegliere il comodo tour del centro storico con ingresso al Cristo Velato.

cappella sansevero Foto di David Sivyer. Poi addentratevi nelle viscere di Napoli, con la visita di Napoli Sotterranea (10:00-18:00, €13,00). Anche in questo caso si raccomanda la prenotazione anticipata del biglietto di ingresso, che include anche la visita guidata.

Infine trascorrete il resto della giornata passeggiando fra le vie e le piazze del centro, come via dei Tribunali, Via San Gregorio Armeno, (la famosa strada dei presepi), Portalba, Piazza Dante e Via Toledo, quest'ultima è la via principale dei famosi Quartieri Spagnoli, dove potrete ammirare il Murales di Diego Armando Maradona

Per quanto riguarda i luoghi dove mangiare, nel centro trovate locali storici come la Pizzeria Da Michele, l'Antica Trattoria da Nennella famosa per la pasta con le patate (nei Quartieri Spagnoli), ma anche luoghi per spuntini veloci come la pasticceria Poppella, famosa per i fiocchi di neve, o la pasticceria Sfogliatelle Calde Attanasio, che come suggerisce lo stesso nome è rinomata per le sfogliatelle napoletane.

Non sottovalutare l'importanza delle prenotazioni!
Da qualche anno Napoli sta vivendo una nuova primavera. La città è letteralmente invasa da turisti, quindi le code alle principali attrazioni sono molto lunghe. Per entrare al Chiostro di Santa Chiara è necessaria quasi 1 ora di fila. La Cappella Sansevero invece è sempre piena e senza prenotazione è impossibile visitarla in alta stagione. Ti consigliamo quindi di prenotare con largo anticipo sia il Tour con ingresso al Cristo Velato, sia l'Ingresso prioritario a Napoli Sotterranea.

In sintesi:

Giorno 2: Piazza Plebiscito e attrazioni lungomare

maschio angioino
Per la seconda giornata torniamo nel centro di Napoli, ma sta volta ci spostiamo più sulla parte che si affaccia sul lungomare. Fate una breve passeggiata all'Interno di Galleria Umberto I, ricca di negozi importanti, e poi spostatevi in Piazza Plebiscito, nei cui pressi si trovano stupende attrazioni visitabili anche internamente come il Palazzo Reale (9:00-20:00, €6,00) e il Teatro San Carlo.
Tornate poi a visitare il Sottosuolo di Napoli, questa volta addentrandovi nell'affascinante Galleria Borbonica. Raccomandiamo sempre di prenotare con largo anticipo ingressi e visite guidate, come il biglietto per il Palazzo Reale e il Tour guidato nella Galleria Borbonica.

Nel pomeriggio fate una bella passeggiata per ammirare attrazioni affacciate sul lungomare come Castel Nuovo, anche noto come Maschio Angioino, Castel dell'Ovo e il borghetto Marinari ai suoi piedi, e la Villa Comunale (7:00-24:00, gratuita).
Infine tornate verso il centro per godervi una serata nei pressi di via Chiaia, una delle strade dello shopping di Napoli.

Per quanto riguarda i luoghi dove mangiare, potreste iniziare la giornata con una colazione alla pasticceria Poppella, nei pressi della Galleria umberto I, pranzare con una veloce pizza fritta da Zia Esterina Sorbillo, e cenare alla Pizzeria Vincenzo Capuano nei pressi della Villa Comunale.

In sintesi:

  • Distanza percorsa: 6,5 km / 1 ora e 20 min
  • Luoghi visitati: Galleria Umberto I (gratis), Teatro San Carlo (gratis), Piazza Trieste e Trento (gratis), Piazza del Plebiscito (gratis), Palazzo Reale (€16,00), Galleria Borbonica (€11,00), Maschio Angioino (gratis), via Chiaia (gratis), Villa Comunale (gratis), Castel dell'Ovo (gratis), Borgo Marinari (gratis)
  • Spesa giornaliera: €92,00
  • Card, ticket e tour consigliati: biglietto per il Palazzo Reale e il Tour guidato nella Galleria Borbonica
  • Dove mangiare: Antica Pizza fritta Zia Esterina Sorbillo (Ottieni indicazioni), Pizzeria Vincenzo Capuano (Ottieni indicazioni).

Giorno 3: Bosco di Capodimonte e Museo Archeologico

chiesa san domenico maggiore Foto di IlSistemone. Iniziamo con il Museo Nazionale di Capodimonte, che ospita conosciute opere d'arte realizzati da famosi artisti come Raffaello, Botticelli e Tiziano (gio-mar 8:30-19:30, €14,00).
Ovviamente vale sempre la regola delle prenotazione anticipata del biglietto, indispensabile per risparmiare tempo in coda e assicurarsi l'ingresso anche in alta stagione. 

Al termine della visita, passeggiamo nel bosco circostante, molto grande e frequentato, anche dai napoletani stessi.
Dopo esserci rilassati nel verde, prendiamo l'autobus C63 (€1,60) e in poco più di mezz'ora arriviamo al Museo Archeologico Nazionale. Pranziamo prima da Arts Cafè (prezzo medio €25,00) e poi entriamo nel museo, che custodisce numerose collezioni private, appartenenti a nobili famiglie partenopee (mer-lun 9:00-19:30, €15,00). All'uscita, ci dirigiamo verso piazza San Domenico Maggiore, per ammirare la chiesa con il suo obelisco dinnanzi.

Con una passeggiata di soli 10 minuti, ci spostiamo verso via Toledo, per goderci ancora una volta i Quartieri Spagnoli, dove trascorriamo la serata ammirando dapprima le vetrine dei negozi e poi fermandoci a cenare alla Trattoria A Pignata (prezzo medio €28,00).

In sintesi:

Giorno 4: Pompei e Parco del Vesuvio

pompei Partiamo dalla visita agli Scavi archeologici di Pompei, il sito archeologico più visitato al mondo. Potete raggiugere gli Scavi di Pompei in treno partendo dalla stazione centrale oppure approfittando della più comoda navetta organizzata (€20,00 A+R). Noi consigliamo di dedicare tutta la mattinata alla visita e per saltare la fila è fortemente raccomandato il biglietto d'ingresso prioritario (apr-ott 9:00-19:30, nov-mar 9:00-17:00; €25,00).

Pranziamo al ristorante MEC (prezzo medio €25,00) e poi ci dirigiamo verso la stazione della Circumvesuviana di Villa dei Misteri, nelle vicinanze del ristorante, direzione Napoli, e scendiamo alla fermata di Ercolano Scavi. Da qui, prendiamo la navetta che ci conduce al Parco Nazionale del Vesuvio (escursioni fino a un'ora prima del tramonto; ingresso prioritario da circa €22,00).
Al termine dell'escursione, dalla stazione di Ercolano, prendiamo il treno verso Napoli (€2,20).
Scendiamo a Piazza Garibaldi e imbocchiamo corso Umberto, un ulteriore strada dei negozi che ci conduce anche alla zona universitaria di Mezzocannone, ricca di locali e ristoranti. Prendiamo un drink e poi ceniamo da Osteria La Chitarra (prezzo medio €35,00).

Scegli il tour o biglietto adatto a te: puoi scegliere fra il tour organizzato di Pompei e Vesuvio con transfer da Napoli incluso, dal costo di circa €105,00; oppure puoi arrivare in autonomia a Pompei e acquistare solo il biglietto prioritario (disponibile in versione con audioguida al prezzo di €32,00 circa) o il tour guidato con ingresso salta-fila, dal prezzo di circa €42,00. Qualunque sia la tua scelta, ricorda sempre di prenotare in anticipo!

Giorno 5: Reggia di Caserta

reggia di caserta
Raggiungiamo il magnifico complesso architettonico che è la Reggia di Caserta. Dalla stazione di Napoli prendiamo il treno regionale 2302, direzione Campobasso, e in 30 min alla fermata di Caserta Centrale (€3,40). A 500 metri arriviamo dinanzi l'ingresso (mer-lunedì 8:30-19:30). Anche in questo caso si consiglia prenotare il biglietto d'ingresso prioritaio da €31,00. Dedicate l'intera mattinata alla visita della Raggia, godendovi gli appartamenti e l'immenso parco.

Al termine della visita, a pochi passi troviamo il centro storico di Caserta e ci fermiamo a pranzare al Decimo Scalo (prezzo medio €30,00). Dopo pranzo, passeggiamo lungo il corso principale, ammirando i bei negozi, e poi prendiamo la linea 4 dell'autobus (€1,00), che ci porta a Casertavecchia, il borgo medievale a 10 chilometri dal centro. Qui visitiamo prima la chiesa di San Michele Arcangelo e poi percorriamo le viuzze del borgo, trovando anche l'occasione di ammirare il panorama della città dall'alto, da una delle bellissime terrazze.
Ritorniamo al centro Caserta, che la sera si anima con i suoi locali e si popola di ragazzi, e ceniamo al The Brothers Pub (prezzo medio €19,00). Col percorso dell'andata, rientriamo a Napoli.

In sintesi:

Quanto costano 5 giorni

Tipologia viaggio Dormire Mangiare Trasporti Attrazioni Costo totale settimana Costo medio al giorno
Low cost €184,00 €290,00 €15,40 €140,40 €629,80 €125,96
Medio €268,00 €340,00 €15,40 €140,40 €713,80 €142,76
Lusso €360,00 €520,00 €15,40 €140,40 €805,80 €161,16

NB: I costi espressi nella tabella soprastante sono da intendersi a persona.

Napoli è una città abbastanza economica, soprattutto per quel che riguarda la spesa dei trasporti e dei pasti, così come dello shopping. Per risparmiare sugli alloggi, conviene orientarsi verso il centro storico mentre, le zone di Posillipo e Mergellina sono quelle più lussuose e care.

Dove dormire, come muoversi e altri consigli

  • Dove dormire: per un buon rapporto qualità prezzo, si consiglia di scegliere delle strutture nella zona dello shopping, a ridosso della stazione centrale, oppure nei quartieri universitari
  • Come muoversi: il mezzo migliore è la metropolitana, attualmente potenziata con l'aggiunta di altre linne, che collegano tutta la città (€1,60; giornaliero €4,50)
  • Quando visitare Napoli: è adatta a visite tutto l'anno, grazie al suo clima mite e alla tradizione presepiale durante il periodo natalizio. Tuttavia, per potr godere anche del mare, è consigliabile dalla primavera all'autunno
  • Come arrivare: può essere raggiunta in aereo, grazie all'aeroporto di Capodichino a pochi chilometri dal centro della città
  • Card e pass consigliati: Artecard parte da €21,00 per 3 giorni, ed è utilizzabile all'interno della città: comprende 3 ingressi gratuiti e l'utilizzo illimitato dei trasporti del consorzio UnicoCampania
Apri indice